Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Via ferrata facile nelle Dolomiti: Monte Paterno (2.744 m)

Il Monte Paterno ha la forma di un elegante corno di roccia
e permette un’ascesa interessante attraverso la “Galleria Paterna”, ora nuovamente percorribile. L’accesso a questa “via sotterranea” che risale alla prima guerra mondiale si trova a pochi minuti di camminata dal rifugio A. Locatelli, in prossimità della cosiddetta “salsiccia”. Per entrare nella galleria è indispensabile una torcia con una buona potenza, sebbene ogni tanto qualche finestra aperta nella roccia lasci penetrare un po’ di luce regalando viste spettacolari sulle Dolomiti di Sesto. A un’altezza di ca. 2.520 m si abbandona la galleria. I cavi d’acciaio contrassegnano la via fino alla Forcella dei camosci (ca. 2.650 m). Il tratto finale al Monte Paterno avviene su due tratti di parete ben assicurati.